Piazza Collobiano, 2/3 - 13856 Vigliano Biellese (BI)
info@fisiokinetiksport.it

Ultrasuonoterapia: le onde sonore che riducono il dolore e rilassano la muscolatura.

Ultrasuonoterapia: le onde sonore che riducono il dolore e rilassano la muscolatura.

fisiokinetik-centro-fisioterapico-struttura-sanitaria-primo-livello-vigliano-biellese-biella-ultrasuonoterapia

Utilizzata in ambito fisioterapico per il trattamento di disturbi e patologie di diversa natura, l'ultrasuonoterapia è una tecnica dolce, indolore e non invasiva, che si basa sulla capacità delle onde acustiche ad alta frequenza (prodotte artificialmente ed impercettibili all'orecchio umano) di attraversare i tessuti biologici, dando vita ad un micro-massaggio che agisce in profondità in profondità e determinando delle variazioni di pressione che stimolano le strutture cellulari ed intercellulari ad urtarsi, generando calore e cedendo energia al tessuto attraversato.

A seconda della modalità utilizzata, del frequenza e della durata dell'applicazione, che vanno scelti in funzione degli obiettivi terapeutici, le variazioni di pressione prodotte possono provocare effetti diversi sulla zona trattata, con il beneficio, a livello generale, di ridurre il dolore, decontrarre la muscolatura e favorire il riassorbimento delle infiammazioni, agevolando così la guarigione.

EFFETTI:

Attraversando i tessuti e facilitando gli scambi cellulari ed intracellulari, gli ultrasuoni determinano:

  • una produzione di calore nella zona interessata, con conseguente effetto antalgico (di riduzione del dolore)
  • un aumento del flusso di sangue ed un miglioramento della circolazione
  • un'attivazione del metabolismo
  • un recupero di elasticità neo tendini e nei tessuti fibrosi e cicatriziali
  • una riduzione del gonfiore e degli stati di infiammazione cronica
  • una riduzione delle irritazioni alle radici nervose - una riduzione degli spasmi muscolari

TECNICHE DI APPLICAZIONE

Le tecniche di applicazione sono essenzialmente due: per contatto diretto (la più utilizzata) e ad immersione.

Con la prima modalità, sulla zona da trattare e sulla testina dell'apparecchio emittente viene spalmato un gel conduttivo, così da permettere una migliore trasmissione delle onde sonore. mentre la testina viene spostata con un movimento rotatorio o di “va e vieni” molto lento, sempre a contatto con la cute. Nel caso in cui, invece, la zona da trattare sia piccola e circoscritta, è possibile erogare gli ultrasuoni in maniera pulsata, (a intermittenza con pause di circa 1 secondo), permettendo di mantenere ferma ed, eventualmente, anche di fissare la testina sulla zona da trattare. La tecnica ad immersione viene utilizzata quando le zone da trattare sono troppo piccole o dolenti e trova indicazione nelle zone irregolari del corpo (come gomiti, mani, piedi, malleoli ). In questo caso le aree vengono immerse in una bacinella contenente acqua mantenuta ad una temperatura costante di circa 37° C e la testina viene mantenuta ad una distanza di circa 1 cm dalla cute. I tempi di applicazione variano da un minimo di cinque a un massimo di dieci minuti per la tecnica a contatto, mentre per l’applicazione della modalità a immersione richiede al massimo quindici minuti. 

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

La terapia ad ultrasuoni viene utilizzata principalmente per la sua capacità di ridurre il dolore, di rilassare la muscolatura contratta e di favorire il riassorbimento del liquido infiammatorio.

In associazione ad altre tecniche terapeutiche, rappresenta quindi un valido supporto nel trattamento dei disturbi e delle patologie di muscoli, tendini e legamenti, così come nei casi di infiammazione o rigidità delle articolazioni, in particolare:

  • tendinopatie, tendiniti, tendinosi e tenosinoviti
  • forme artrosiche
  • edemi, contusioni, strappi o distorsioni muscolari
  • cicatrici ad evoluzione cheloidea
  • epicondiliti ed epitrocleiti
  • sindorme da impengement (conflitto sub-acromiale della spalla)
  • morbo di Dupuytren.

Affinché l'ultrasuono terapia risulti efficace e priva di controindicazioni, è necessario far precedere il suo utilizzo ad un'attenta diagnosi ed analisi del disturbo o della patologia, così da individuare non solo la modalità di applicazione e la frequenza più indicata a raggiungere l'obiettivo terapeutico, ma anche un percorso di cura personalizzato e completo, in cui gli ultrasuoni rappresentano una delle tecniche da utilizzare in associazione ad altre terapie.