Piazza Collobiano, 2/3 - 13856 Vigliano Biellese (BI)
info@fisiokinetiksport.it

Alcol e cervello: quanto il consumo di alcolici influenza le nostre funzioni cognitive.

Alcol e cervello: quanto il consumo di alcolici influenza le nostre funzioni cognitive.

Gli effetti dell'alcol a livello cognitivo Neurpsicologia a Biella
Una recente ricerca di Kivimäki & coll. suggerisce che una certa quantità di alcolici può indurre blackout frammentario e perdita di memoria.
Ma cosa si intende con "blackout frammentario"?
E' un termine che viene utilizzato per indicare una perdita di memoria parziale dopo un episodio di bevute con capacità di ricordare frammenti di cose o eventi solo una volta che vengono dati gli indizi.
A tal proposito, il cervello del soggetto che assume una quantità eccessiva di alcol inizia a funzionare in modo anomalo; dopo anche una minima quantità di alcol, che varia a seconda delle dimensioni di un individuo, i ricercatori hanno visto grandi differenze nell'attività cerebrale durante dei test cognitivi. Si è osservata infatti una diminuzione dell'attività in parti del cervello responsabili per esempio dell'attenzione o della memoria, in particolare quelle coinvolte nel trasformare le esperienze in memorie a lungo termine.
Uno altro recente studio ha evidenziato come il consumo smoderato di alcol aumenti il rischio di sviluppare demenza, specialmente se si tratta di un consumo pesante di alcolici (per pesante si intende mediamente otto o più bevande a settimana per le donne o più di 14 per gli uomini); inoltre per coloro che hanno riferito di aver perso conoscenza a causa del consumo di alcol, indipendentemente dal consumo settimanale, il rischio di demenza quasi raddoppiava rispetto a coloro a cui non era mai successo.
Fonti:
- “Association of Alcohol-Induced Loss of Consciousness and Overall Alcohol Consumption With Risk for Dementia”, Mika Kivimäki, Archana Singh-Manoux, G. David Batty, 2020, JAMA Network Open
- "Alcohol-Induced Blackouts: A Review of Recent Clinical Research with Practical Implications and Recommendations for Future Studies", Reagan R Wetherill, Kim Fromme, 8 aprile 2016, Alcohol, clinical and experimental research, NCBI


Se hai notato delle difficoltà a carico delle funzioni cognitive (memoria, attenzione, linguaggio,...) in te o in un tuo familiare, ti ricordiamo che presso il nostro centro puoi usufruire di percorsi di stimolazione e riabilitazione cognitiva.

Contattaci senza impegno cliccando sul pulsante di seguito per avere maggiori informazioni o prenotare un primo colloquio conoscitivo gratuito!